I dati del tuo PC sono al sicuro?

I dati del tuo PC sono al sicuro?

Proteggere i dati sul proprio pc è ormai di fondamentale importanza. Il tema del Phishing è stato già affrontato in precedenza in questo articolo di Phishing, ma ripassare non fa mai male.

Essere responsabili e attenti è il primo passo per tenere il proprio PC e i propri dati al sicuro. Bisogna sempre fare attenzione alle mail che riceviamo e ai programmi che scarichiamo che, specialmente se scaricati da siti poco affidabili, potrebbero contenere virus, malware o spyware.

Tra i tre quelli che più possono compromettere i nostri dati sono senz’altro gli spyware, un tipo di malware particolarmente difficile da rilevare che raccoglie informazioni sia riguardanti la nostra navigazione in internet, controllando quindi la cronologia dei siti da noi visitati, sia di natura personale, come le nostre password o i numeri delle carte di credito.

Come già detto, questi spyware sono contenuti, come gli altri tipi di malware, all’interno di programmi scaricati da siti poco sicuri, di conseguenza il primo passo per mantenere al sicuro i nostri dati è scaricare solo da siti che conosciamo e che sottopongono i software a un’attenta analisi. Se non si dispone di un buon antivirus, o non ci si fida di quello integrato nel proprio sistema operativo ci si può orientare favoreggiando i prodotti ufficiali Microsoft e Apple, scaricandoli dal rispettivo store.

Proteggersi con gli antivirus

Come vi abbiamo consigliato in più articoli, proteggersi con un antivirus è la cosa migliore che si possa fare e sta alle basi della vita on-line. Ne sono disponibili di gratuiti e a pagamento, come Avast, Norton, AVG o Kaspersky, ma anche i sistemi operativi ne posseggono uno di base, come Windows Defender nel caso di Windows.

Come già detto in questo articolo, dove abbiamo parlato degli errori più comuni nell’uso del computer, vi ricordiamo che è importante non installare più di un antivirus di terze parti, perché in quanto programmi altamente invasivi, si riconoscerebbero entrambi come minaccia e manderebbero in conflitto il sistema.

Al contrario, gli antivirus nativi del sistema operativo, come il già citato Windows Defenders, sono spessi dotati di un comando di disattivazione qualora venisse riscontrata la presenza di un secondo programma di protezione.

Se decidete di installarne uno adesso, fate subito un’analisi del vostro computer per scoprire se ci sono problemi.

Proteggersi con un Firewall ed evitare le reti pubbliche

Un altro modo per proteggere efficacemente il proprio PC dalle minacce virtuali è utilizzare un firewall, ovvero una sorta di muro digitale posto a protezione tra due reti diverse in modo da bloccare gli accessi non autorizzati.

La storia si ripete: come nel caso dell’Antivirus in cui disponiamo di una soluzione interna al sistema operativo, anche il Firewall è dotato della medesima funzione, ma anche in questo caso è possibile affidarsi a programmi esterni, come Windows Firewall Notifier, che notifica il possessore del PC ogni volta che c’è un tentato accesso potenzialmente dannoso.

Una cosa sconsigliata, per la quale un antivirus o un firewall potrebbero non essere abbastanza (non si è mai troppo cauti), è connettersi alle reti pubbliche. Questo perché non sono adeguatamente protette, e molti malviventi potrebbero tentare di rubare le tue informazioni proprio mentre sei connesso ad una rete pubblica. Il modo migliore (e il più semplice) per evitare questo rischio è navigare in tethering quando sei fuori di casa con il tuo portatile, utilizzando quindi il tuo telefono come router.

Mantieni il tuo PC aggiornato e utilizza delle buone password

Un’altra semplice abitudine che può aiutarci ad evitare situazioni spiacevoli è quella di aggiornare il proprio computer. Ne abbiamo già parlato nell’articolo su come velocizzare i propri dispositivi, ma aggiornare il proprio PC non ha solo quel vantaggio.

Gli aggiornamenti rilasciati da Microsoft (o Apple) non hanno solo lo scopo di apportare ottimizzare il sistema, ma anche di migliorare la protezione e risolvere quei problemi o quelle falle in alcuni programmi che potrebbero essere sfruttate dai malviventi virtuali.

Se poi la sicurezza deve entrare nella nostra quotidianità, allora è giusti anche imparare ad utilizzare password forti ed efficaci, difficili da indovinare. Un consiglio che possiamo dare riguardo questo argomento è di utilizzare password abbastanza lunghe, composte non solo da lettere, ma anche da numeri, simboli e lettere maiuscole ben piazzate. È importante inoltre che le password non vengano utilizzate per proteggere i nostri account online, ma anche i file salvati su disco e il sistema stesso, impostando una password per il computer.

E, soprattutto, è necessario utilizzare una password diversa per ogni account, così che se uno di questi venisse compromesso, non avremmo problemi di sicurezza su altri fronti. Per questo motivo è necessario utilizzare sistemi che ti permettano di ricordare le password, specialmente se queste cominciano a essere molteplici.

Svizzera e secure data storage

Uno dei primi paesi ad aver capito l’importanza della sicurezza dei dati e che ha cominciato ad investirci sopra è la Svizzera, che si è riproposta l’obbiettivo di diventare un paradiso per l’immagazzinamento dei dati fisici e digitali di tutto il mondo.

Del resto la protezione dei dati, sia dei singoli cittadini che delle aziende, è diventata di fondamentale importanza in un mondo che corre verso la completa digitalizzazione. Il fatto che la Svizzera stia puntando così tanto alla difesa dei dati raccolti nelle sue server farm, proteggendole da cybercriminali e ladri di dati sensibili, un’aura di qualità, rispetto e stabilità che  che sta puntando molte più persone e grandi aziende ad affidarsi ai loro sistemi.

La stessa legislazione svizzera si è posta a difesa dei dati, impedendo quindi l’accesso non autorizzato ad ogni tipo di dati, che siano digitali o su disco, e l’esercito sta riorganizzando alcuni dei loro bunker per riorganizzarli come server farm, il che dimostra nuovamente quanto il paese stia puntando sull’importanza della digitalizzazione. Gli spazi dedicati a questa attività sono quindi in continua espansione e il paese non deve preoccuparsi troppo del consumo di corrente, dato che la Svizzera produce energia elettrica economica e rinnovabile dalle sue centrali idroelettriche, senza quasi nessuna emissione di CO2.

Lo sapevi? con ticinocom risparmi

Offriamo una moltitudine di prodotti e servizi di telecomunicazione.
Andrea Presenti

Andrea Presenti

Andrea Presenti, nato nel 21/04/1992, è uno scrittore tecnico pubblicitario che lavora nel settore dal 2016, dopo aver conseguito un corso di Scrittura Creativa presso la Scuola Internazionale di Comics. Ha collaborato con aziende di tutto il mondo per la stesura di testi ed è Lead Editor di Ticinocom dal 2019.
Perché il computer si spegne da solo?
2020-11-05 11:00:00

I mille utilizzi dello smartphone
2020-08-31 09:00:00

Parliamo delle connessioni VPN
2020-08-06 08:16:40

Amazon e i suoi rivali: dove comprare online
2020-07-28 06:27:12

Proteggi i tuoi dati da truffe via email e virus digitali
2020-06-25 08:29:03

Prodotto Scelto: |
Prezzo:
Torna Indietro