Hard disk esterni e sistemi Cloud

Hard disk esterni e sistemi Cloud

Lo spazio di memoria in un computer è molto importante, del resto ci scaricheremo applicazioni, film, video, foto e videogiochi e un’ottima capienza è fondamentale. Spesso però, specialmente nei portatili da 500 GB, potrebbe non essere abbastanza, o magari noi stessi abbiamo scelto una capienza minore, favorendo un SSD ad un HDD per la sua eccezionale velocità.  Se non vogliamo spendere troppo o sostituire completamente quel componente, o se ci serve solo dello spazio per poter fare dei backup piuttosto consistenti dei nostri dati o del nostro intero PC, ci sono delle ottime soluzioni.

Hard disk esterni

Un’ottima soluzione al problema della memoria insufficiente su PC è acquistare un hard disk esterno. Questo dispositivo è solitamente piccolo e leggero per essere trasportato facilmente (anche se le dimensioni varieranno in base alla sua capienza). Si consiglia sempre di acquistare gli hard disk esterni protetti da un involucro esterno di alluminio poiché permette di dissipare meglio il calore, mentre la plastica genera molto più facilmente il surriscaldamento del dispositivo.

Un hard disk esterno va scelto in base alle esigenze e all’utilizzo che ne verrà fatto, quindi andiamo brevemente a vedere quali sono i tipi più comuni.

In caso non stiate cercando una soluzione capiente ma comoda e portatile, la scelta più indicata sono gli hard disk da 2.5”. Questi hard disk, come già accennato, sono tascabili e molto leggeri, ma soprattutto sono autoalimentati. Per collegarli al proprio PC basterà infatti utilizzare un semplicissimo cavo USB. Se invece la vostra esigenza è lo spazio e la velocità del dispositivo, allora la soluzione per voi è un hard disk da 3.5”. Questi dispositivi, più grandi della loro controparte portatile, non sono autoalimentati e avranno bisogno di un alimentatore esterno per funzionare.

Ciò vuol dire che non dovrete solo collegarli al vostro computer (sempre tramite USB), ma anche a una presa per la corrente. Gli hard disk da 3.5” sono in grado di permettervi di accedere ai dati caricati su di essi in modo più veloce rispetto a quelli da 2.5”. La velocità di trasferimento dei dati dipenderà invece dal cavo USB vantato dal dispositivo.

La maggior parte si baseranno su USB 3.0, retrocompatibile anche con i PC che dispongono soltanto di una presa USB 2.0, essendo l’una l’evoluzione dell’altra. Le soluzioni dotate di USB 3.0 sono le più consigliate proprio per la loro alta compatibilità, a discapito degli hard disk esterni dotati di presa USB 3.1 o Thunderbolt, più veloci e più costosi, che però non sono compatibili con tutti i dispositivi (che restano comunque un ottimo acquisto in caso possediate dispositivi compatibili e a seconda della vostra disponibilità economica).

In questo articolo abbiamo già discusso sulle differenze tra HDD e SSD. Queste differenze si applicano anche parlando di dispositivi portatili. Esistono infatti anche unità di SSD esterne, che mantengono l’eccezionale velocità rispetto agli hard disk tradizionali. Si consiglia di prenderli in considerazione solo se avete necessariamente bisogno di un’elevatissima velocità nel trasferimento dati, poiché queste unità SSD non sono indicate per l’archiviazione a lungo termine dei dati e inoltre hanno un prezzo molto più alto rispetto agli hard disk esterni tradizionali.

Cloud storing

Una tecnologia molto in voga negli utlimi anni è il Cloud Storage, ovvero dei servizi  che mettono a disposizione ai propri clienti degli spazi su Internet per caricare file ed effettuare dei backup, proprio come se si trattasse di hard disk esterni online. L’immensa comodità di questi Cloud Storage risiede nel fatto che i file caricati potranno essere visionati non solo dal PC, ma anche da smartphone, tablet e anche su alcune smart tv.

Come già parlato in questo articolo sul data storage in Svizzera, moltissimi servizi di Cloud Storage usufruiscono di server farm sparse per il mondo per garantire ai file caricati velocità di accesso, integrità e sicurezza. Visto che è un servizio molto utilizzato anche su smartphone e tablet, data la necessità che molti hanno di liberare lo spazio del telefono ma senza perdere foto e video, i due servizi di Cloud principalmente consigliabili sono i celebri ICloud di Apple, disponibile per tutti i dispositivi Apple, e Google Drive, utilizzabile con un account Gmailm su Google Chrome e su tutti i dispositivi Android.

ICloud offre 5 GB di spazio gratuitamente, ma se si necessita di più spazio è possibile sottoscrivere un abbonamento mensile che garantirà 50 GB. Come già accennato è disponibile su tutti i dispositivi Apple, e per utilizzarlo è infatti necessario possedere un Apple ID. Oltre a poter accedere al servizio di archiviazione da IOS  e macOS, scaricando l’apposito client è possibile accedere ad ICloud anche da Windows, in caso non si disponga solo di dispositivi Apple.

Google Drive inviece, disponibile come già detto su tutti i dispositivi Android, ma che permette di accedere ai propri dati da PC, smartphone, tablet e smart TV, offre 15 GB di spazio gratuiti a tutti i suoi clienti. Proprio come l’analogo servizio Apple, Google Drive offre la possibilità di sottoscrivere un abbonamento, chiamato Google One, con il quale si otterrà un maggiore spazio di archiviazione. La tariffa di Google One è nettamente contenuta, offrendo ben 100 GB di spazio.

Nonostante i prezzi siano minori, la quantità di spazio che i servizi di Cloud Storage offrono è notevolmente minore a quella degli hard disk esterni fisici, e anche degli SSD portatili. È quindi una soluzione consigliabile se non si hanno grandi esigenze di spazio e se si preferisce poter accedere ai file archiviati da più dispositivi.

OX Drive, una nuova alternativa

Un’alternativa alla Apple e Google è OX Drive, servizio di archiviazione che promette di rendere il file managing dei dati salvati in Cloud più facile che mai. Permette di archiviare photo, musica e video accessibili da più dispositivi, grazie all’app per mobile e al client per il desktop, con un sistema integrato per fruire con comodità i file multimediali senza scaricarli. I file caricati su OX Drive sono condivisibili anche con altri utenti grazie al sistema di “ospiti” che il servizio fornisce. I dati e la loro condivisione sono sotto una strettissima sicurezza. Il servizio “ospiti” è disponibile anche per chi non utilizza OX Drive, rendendo obsoleto condividere file pesanti tramite mail se li avete già archiviati. OX Drive è disponibile assieme a moltissimi altri servizi offerti da OX, tutti in grado di rendere la vita su Internet più comoda, libera ma anche sicura.

Lo sapevi? con ticinocom risparmi

Offriamo una moltitudine di prodotti e servizi di telecomunicazione.
Andrea Presenti

Andrea Presenti

Andrea Presenti, nato nel 21/04/1992, è uno scrittore tecnico pubblicitario che lavora nel settore dal 2016, dopo aver conseguito un corso di Scrittura Creativa presso la Scuola Internazionale di Comics. Ha collaborato con aziende di tutto il mondo per la stesura di testi ed è Lead Editor di Ticinocom dal 2019.
L’umanità attraverso le statistiche
2021-08-09 11:00:00

Quale tecnologia consente agli utenti di accedere ai dati ovunque si trovino e in qualsiasi momento?
2021-03-25 11:00:00

Chi controlla Internet?
2020-12-03 11:04:55

Chi ha inventato il computer?
2020-11-02 11:00:00

Perché la Fibra Ottica è più veloce?
2020-10-29 11:00:00

Prodotto Scelto: |
Prezzo:
Torna Indietro