Il volto del business: logo, nome e motto

Il volto del business: logo, nome e motto

Quanto sono importanti il nome della tua azienda, il suo logo e possibilmente un motto che la rappresenti? Molto più di quanto non credi. Parliamone insieme!

Anche oggi andiamo alla scoperta di altre preziose informazioni per quanto riguarda il tuo business. In passato abbiamo parlato di smart working, di come ottimizzare i processi aziendali e che tipo di rapporto devi instaurare con i tuoi clienti.

Oggi parliamo di un aspetto spesso sottovalutato, ovvero dell’apparenza dell’azienda trasmessa tramite il suo nome e il proprio logo.

Cominciamo parlando proprio di quest’ultimo.

 

Quanto devo spendere per un logo?

 

Il volto del business: logo, nome e motto

 

Questa è una domanda che tutte le aziende si sono poste prima o poi. Si tratta spesso della prima cosa che i nostri potenziali clienti vedono, ma c’è un tale range di prezzi tra cui è possibile attingere che spesso non si ha idea di quale sia quello giusto.

E poi, diciamoci la verità: nessuno vuole spendere più di quanto strettamente necessario, soprattutto per un qualcosa come un logo di cui non si conosce la giusta importanza.

Infatti un buon logo permette di ottenere diversi risultati:

  • Deve essere il più unico possibile, così che possa essere associato al tuo business e non ad altre realtà professionali.
  • Deve trasmettere immediatamente di cosa tratti la tua azienda, così da non confondere le nuove persone che lo vedranno per la prima volta.
  • Deve essere memorabile, affinché venga ricordato e riconosciuto a prima vista.

 

Fare un logo può sembrare un processo più semplice di quanto non sia: un buon designer deve tenere a mente forme, colori e indicazioni del cliente per ottenere un risultato che colpisca nel modo giusto chi osserverà il suo logo.

Per questo il prezzo per un logo può lievitare considerevolmente: esso infatti può raggiungere tranquillamente più di 2500€ e può salire ulteriormente, soprattutto in concorsi pubblici organizzati dallo stato.

Questo prezzo potrebbe sorprendere, d’altronde viviamo in un mondo in cui non scarseggiano possibilità di avere un logo a basso prezzo, che possa costare anche 10€.

Due sono le realtà che offrono prezzi di questo tipo: la prima è rappresentata dai generatori di loghi online, sistemi automatizzati che permettono di creare il proprio logo con pochi click, mentre la seconda è rappresentata dai designer freelancer nei pasi in via di sviluppo (e che possono offrire così dei prezzi inferiori al mercato), anche se spesso vengono usati i generatori anche in questo caso o peggio.

Questi metodi, però, vengono meno ai tre aspetti che abbiamo visto in precedenza: sebbene possano richiamare vagamente al prodotto o al servizio offerto dalla tua azienda, molto spesso saranno tutto tranne che unici e riconoscibili.

Un occhio allenato può riconoscere un logo nato da un generatore a prima vista, quindi il nostro consiglio è quello di investire un po’ più di soldi e avvalersi dei servigi di un professionista.

 

 

Come dovresti chiamare la tua azienda?

 

Il volto del business: logo, nome e motto

 

Anche in questo caso, la scienza dietro la nomenclatura della tua azienda non è propriamente facile da comprendere, ma è possibile in genere estrapolare alcuni consigli che sono sempre validi:

  • Associa la tua azienda a un vantaggio – quando un potenziale cliente cerca la tua azienda, lo fa perché ha una necessità che i tuoi prodotti o servizi possono soddisfare. Per questo esistono due modi di guardare a una questione: da un punto di vista negativo (la necessità) e da un punto di vista positivo (la risposta).

 

Sebbene sfruttare la necessità sia ottimo per il marketing e per la produzione di contenuti, associare la tua azienda alla risposta può funzionare meglio. Un esempio concreto? Una compagnia che si occupa di lavori idraulici potrebbe chiamarsi “L’Ingorgo”, che sicuramente trasmette l’idea ma suona non propriamente benissimo, o “La Rapida”, che è comunque associata all’acqua e trasmette l’idea di velocità del servizio.

Una delle paure in questi casi è sempre che ci voglia molto tempo per risolvere un problema idraulico, quindi una rassicurazione di questo tipo invoglia il contatto.

 

  • Il nome deve suonare bene – nel tentativo di essere unici e riconoscibili, molte persone creano dei nomi inventati dal niente e che finiscono per essere un accrocco di consonanti e vocali. Ricorda che il tuo nome deve trasmettere un’idea di chi sei e soprattutto deve suonare bene quando viene detto. Allo stesso modo, per l’utente non deve essere difficile ricordare come si scriva il nome della tua azienda.
  • Sii specifico – associa la tua azienda a un prodotto o un servizio specifico che offri, non cercare di essere più generico possibile solo per avere una rete più grande da tirare in mare.
  • Fai una ricerca per le keyword di Google – se vedi che un termine associato ai tuoi servizi spicca tra le ricerche sul motore di ricerca, sfruttarlo nel tuo nome potrebbe essere una buona idea.

Ecco quindi qualche consiglio che possono aiutarti nel lungo percorso dietro la ricerca di un nome e un logo perfetto.

Prodotto Scelto: |
Prezzo:
Torna Indietro