La mia connessione internet è veloce?

La mia connessione internet è veloce?

Ormai facciamo tutti un utilizzo quotidiano di internet e delle sue estensioni. I social network e molte app per smartphone richiedono una connessione ad internet per funzionare, ma sicuramente l’utilizzo più importante che ne facciamo è quando si è al computer. Con la recente pandemia, in molti sono stati costretti a fare un utilizzo intensivo per il computer, che ha aperto le porte ad un nuovo modo di lavorare (ne parliamo in questo articolo) e di imparare, grazie al successo dello smart working e della didattica a distanza.

Ma internet può usato anche per vedere amici e parenti lontani, grazie alle miriadi di applicazioni per le videochiamate, per giocare online a moltissimi videogiochi e anche per guardare film, documentari e serie TV su celebri siti di streaming come Netflix e Amazon Prime Video. Per poter fare tutto questo, ognuno di noi ha bisogno di una connessione ad internet, e quando questa è lenta anche la più semplice operazione può diventare frustrante e tediosa.

Come scoprire quanto è veloce la propria connessione

Se sospettate di avere una connessione lenta, la prima cosa da fare è accertarvi che sia effettivamente così effettuando uno speedtest. Proprio come dice il nome, uno speedtest consiste di testare la velocità effettiva della propria connessione, e può essere fatto tramite molti siti. Quelli più consigliabili sono gli speedtest offerti dai vostri internet provider, ma se cercate più dati, allora gli speedtest di Ookla sono quello che fa per voi. Prima di tutto però cerchiamo di capire come funziona il sito e come viene misurata la velocità ad una connessione ad internet.

L’unità di misura più comune per la velocità di una connessione internet è il Mbps, ovvero Megabit per secondo, sia in download che in upload. Per Mbps in download si intende la velocità con cui la nostra connessione internet ci permette di scaricare file, film o giochi, mentre per Mbps in upload si intende la velocità con cui la nostra rete internet ci permette di caricare file sulla rete, il che può essere utile sia per le videochiamate, poiché dobbiamo trasmettere le nostre immagini, per caricare i video su youtube e, se si vuole prendere al dilagante fenomeno delle live, per effettuare delle dirette in streaming su siti come Facebook o Twitch.

In passato abbiamo proposto un lungo approfondimento sulla differenza tra Megabit e Megabyte che puoi trovare qui.

Insieme alla nostra velocità in download e upload, lo speedtest di Ookla ci mostra anche il nostro PING, utilizzato per misurare il ritardo di trasmissione dati, il cui valore (calcolato in millisecondi) è migliore se il più basso possibile (al contrario della velocità in download e upload).

Per scoprire la velocità della propria connessione grazie allo speedtest Ookla basterà connettersi al sito speedtest.net e cliccare su “VAI”. Il sito vi fornirà i valori del vostro PING, la velocità in download e in upload in pochissimo tempo ed è disponibile su ogni dispositivo. Potrete quindi calcolare la velocità della vostra connessione da PC o smartphone (sia Android che IOS) e addirittura da smart TV.

Quale è una buona velocità di connessione?

Una connessione accettabile, sufficiente per la maggior parte delle attività online, non può scendere sotto la soglia dei 25 Mbps. Con una connessione sotto questo valore sarà facilissimo incappare in problemi di buffering quando si guarda un video e soprattutto se la connessione è utilizzata da più dispositivi. Insomma specialmente per le famiglie è necessario disporre di una connessione che vada oltre i 25 Mbps, calcolando anche che molto probabilmente la velocità non rimarrà costante, ma potrebbe oscillare tra valori superiori e inferiori e in caso di connessione lenta questo porterebbe solamente altri problemi.

Molti servizi si sono ottimizzati anche per connessioni più lente, basti pensare a Netflix che teoricamente permette di vedere un film in HD anche solo con una connessione da 5 Mbps. Ovviamente però, la velocità consigliata per una connessione dipende soprattutto dalle esigenze di ogni persona. Come già visto Netflix non richiede una velocità troppo elevata (anche se per l’Ultra HD si parte da una velocità richiesta di minimo 25 Mbps), mentre per Skype i valori variano in base all’attività. Una semplice chiamata vocale necessiterà solo di 0,03 Mpbs in download e 0,1 Mpbs in upload (velocità così basse vengono anche calcolate in kilobit per secondo, ovvero kbps).  Per le videochiamate e le condivisioni dello schermo sono necessari 0,128 Mbps in download e 0.3 Mbps in upload, soglie che ovviamente si alzano in base alla qualità video della videochiamata e soprattutto in base ai partecipanti.

Parlando invece di utilizzi più intensi, le cose cambiano: nei videogiochi online oltre alla velocità di download e upload, è importantissimo il PING. Oltre una certa soglia, infatti, l’esperienza diverrà frustrante a causa delle discrepanze tra pacchetti inviati dal gioco e ricevuti dal giocatore, che farò sperimentare il famosissimo LAG (movimenti a scatti, teletrasporto involontario, percezione ritardata degli eventi).

Mentre per fare live sui servizi di streaming o per caricare video di ottima qualità su Youtube, sarà necessario avere un Upload molto alto, anche se in genere questo è nettamente inferiore rispetto al download (talvolta arriva a circa il 10%).

Velocità di connessione e smartphone

Come già accennato a inizio articolo, internet è ormai utilizzato anche da smartphone ormai da chiunque. Per i dispositivi mobili il discorso sulla velocità di connessione è strettamente legato al livello di copertura di ogni operatore, ma grazie alle moderne tecnologie si riescono a raggiungere comodamente connessioni molto veloci. La tecnologia 4G, quella più diffusa e supportata dalla maggior parte dei dispositivi può raggiungere fino ai 150 Mbps, che per uno smartphone e l’utilizzo che se ne fa è un ottimo valore.

Keine Nähere Details
Prodotto Scelto: |
Prezzo:
Torna Indietro