Futuro: cosa ci aspetta?

Guardando il Futuro, cosa ci aspetta? Possiamo ancora sperare di vedere le macchine volanti profetizzate da Ritorno al Futuro? O saranno i cyborg ad attenderci dietro l’angolo?

Benvenuti in questo nuovo articolo di approfondimento di Ticinocom: per dimenticarci dei problemi quotidiani, voltiamo lo sguardo verso il futuro e cerchiamo di capire cosa ci aspetta nei prossimi anni da un punto di vista tecnologico.

Non toccheremo l’aspetto dell’ecologia, in quanto abbiamo deciso di dedicare un articolo solo a questo elemento, ma piuttosto delle scoperte in ambito tecnologico che tutti aspettiamo e profetizziamo.

In futuro cosa ci aspetta tra robot e macchine volanti? Parliamone un po’…

 

La visione degli scrittori fantascientifici

 

Futuro cosa ci aspetta

 

In passato ci siamo affidati alle parole degli scrittori fantascientifici per guardare il futuro e cosa ci aspetta tra una manciata di anni: le loro premonizioni non si sono rivelate essere particolarmente attendibili, in quanto ancora adesso non vediamo macchine volare al posto di rimanere attaccate al nostalgico asfalto.

Non abbiamo il teletrasporto, non effettuiamo viaggi interstellari e il nostro progresso in termini di clonazione sembra rimasto fermo alla pecora Dolly (sebbene le ricerche in questo campo siano andate avanti bussano alla porta della clonazione di animali estinti, come lo Stambecco dei Pirenei).

Anche gli scrittori di fantascienza sono cambiati e ora guardano a un futuro diverso in cui cosa ci aspetta è ben differente rispetto a quello profetizzato negli anni addietro.

La robotica ha avuto uno sviluppo enorme e in particolare le intelligenze artificiali. Così come la visione di mondi distopici causati dall’azione e dall’abuso umano nei confronti dell’ambiente.

Continua a imperversare il viaggio nello spazio e la colonizzazione di altri pianeti, per non parlare dell’ingegneria applicata agli organismi umani con innesti e potenziamenti.

Ma di tutte queste tecnologie profetizzate e proiettate nel futuro, cosa ci aspetta veramente?

 

Futuro? Cosa ci aspetta veramente

 

Futuro cosa ci aspetta 2

 

Cominciamo a parlare dello spazio: sicuramente in termini di esplorazione, continueremo a utilizzare telescopi e robot per espandere le frontiere della nostra galassia. Esplorare con questi mezzi, infatti, permette di arginare numerosi problemi che insorgerebbero con la presenza umana, tra i quali il lungo periodo di tempo richiesto per una tratta.

Per i pianeti più vicini, ci sono previsioni di esseri umani su Marte nel 2030 e di postazioni permanenti sul pianeta rosso per il 2040. Sebbene siano anni che ci sembrano lontani, stiamo parlando di 9 e 19 anni da oggi, quindi un futuro più prossimo di quanto potremmo immaginare.

Naturalmente queste sono le stime per una vita molto limitata, all’interno di una struttura ridotta e per un numero piccolo di persone: le condizioni di vita su Marte sono osteggiate dal pianeta stesso che sembra fare di tutto per tenere lontani gli umani.

Tra le notti fredde come al Polo Nord, l’atmosfera composta di monossido di carbonio e la pressione che ci farebbe bollire il sangue, diverse sono le motivazioni per rimanere con i piedi ben piantati a terra.

Ma il buon Elon Musk vede il futuro dell’umanità nella colonizzazione di altri pianeti, con lo scopo (sul lungo periodo) di innestare un processo di terraformazione (terraforming dall’inglese) che adatterebbe Marte e lo renderebbe simile alla Terra.

Un processo del genere, oltre a essere estremamente difficile (richiederà l’importazione di quantità enormi di sostanze assenti sul pianeta o addirittura l’utilizzo di testate nucleari sui suoi poli) sarà altrettanto lungo: si parla di secoli e millenni, quindi difficilmente qualcuno di noi sarà qui per vederlo realizzato.

O forse sì? Nel futuro, cosa ci aspetta in termini di longevità della vita?

L’immortalità è qualcosa che è stata ricercata dagli esseri umani per tutta la loro vita, una ricerca durata migliaia di anni, ma ora sembra che si sia veramente vicini a questa possibilità.

Il tutto arriverebbe nella forma di una digitalizzazione della mente: una volta create dei computer in grado di contenere la nostra mente (una quantità di dati talmente grande al momento da essere incomparabile con il miglior computer), potremmo vivere in “cloud” e prendere posto in androidi quando vorremo muoverci nel mondo fisico.

Vivere nel “cloud” vuol dire anche avere accesso a qualsiasi cosa vogliamo, dato che è una simulazione, potremmo vivere avventure nei film che preferiamo o possedere tutto ciò che abbiamo sempre desiderato.

E gli androidi saranno molto simili al nostro corpo attuale, dato lo sviluppo in questo campo che sta già al momento creando delle “bambole” estremamente verosimili.

Il Dr. Ian Pearson, in un’intervista con The Sun, ha stimato che nel 2050 le persone più ricche potranno raggiungere l’immortalità e che tra il 2060/2070 anche il ceto medio e più povero potrà permettersi questo passaggio: il futuro vedrà quindi un mondo pieno di server e popolato da cyborg?

Sarebbe la perfetta soluzione per l’impatto ambientale dell’uomo sulla Terra: niente più allevamenti intensivi, niente più produzione di plastica e altri beni di consumo, suggeriscono alcuni.

Non resta che stringere i denti e cercare di vivere fino a quel giorno!

Keine Nähere Details
Prodotto Scelto: |
Prezzo:
Torna Indietro