Cosa cerca la gente su Google?

Cosa cerca la gente su Google?

Cosa cerca la gente su Google e cosa possono dirci queste ricerche sulla società in cui stiamo vivendo? Scopriamolo insieme.

Nell’ultimo podcast che abbiamo pubblicato sul nostro canale Spotify, abbiamo parlato dell’importanza delle domande e di come anche dalla domanda più stupida sia possibile ricavare delle informazioni importanti.

Abbiamo anche parlato di Google e di come le ricerche che vengono effettuate su questo motore cambino in base al luogo e al tempo che stiamo vivendo.

Per questo può essere interessante sia vedere quali sono le ricerche più comuni in questo momento, per andare a decifrare cosa confonde e incuriosisce maggiormente le persone, sia quelle che hanno ottenuto il podio negli anni passati, per scoprire quali eventi hanno avuto un maggiore impatto sulle persone in un dato periodo.

Per fare questo, andremo a vedere una ricerca effettuata da lo U.S. News in merito alle ricerche più comuni compiute nel 2018, ovvero tre anni fa. Quali eventi sono stati più importanti in quell’anno e quanto ricordiamo di ciò che è avvenuto?

 

 

Le ricerche più comuni nel 2018

 

Cosa cerca la gente su Google?

 

Il nostro viaggio comincia in Malesia, paese che ha visto al primo posto nelle ricerche due elementi ben distinti tra di loro. Da una parte le elezioni che si sono tenute a maggio, dall’altra qualcosa di più inquietante.

Che la politica risulti tra i primi posti nelle ricerche su Google, non sorprende: oltre alle numerose ricerche per capire i risultati delle elezioni, tantissime persone si rivolgono a Internet per comprendere meglio i candidati, per capire il meccanismo di voto e i documenti necessari.

Ma se le elezioni in Malesia sono una ricerca estremamente localizzata, la “Momo Challenge”, che ha ottenuto la prima posizione tra le nuove ricerche, si era diffusa in diversi paesi.

Ovviamente si fa riferimento a quell’inquietante volto di donna, con becco e occhi privi di palpebre, che veniva usato per terrorizzare la gente sui social con una presunta sfida pericolosa (in realtà si rivelò essere semplicemente una bufala che sfruttava una statua creata tempo prima).

In Giappone, invece, l’interesse maggiore era dedicato alle valute digitali e al bitcoin, con moltissima gente che cercava di comprendere il loro funzionamento. “Cosa è una valuta digitale” e “Cosa è il bitcoin” sono ricerche che hanno ottenuto rispettivamente il primo e il terzo posto, con l’eclissi lunare (verificatosi a luglio di quell’anno) che si portò a casa l’argento.

Rimanendo in oriente, nelle Filippine si rivelò poca sportività con “MemoryHackers” e “Hot Shot Gamers” che ottennero i primi due posti nelle ricerche. Si tratta di due metodi di cheating sviluppati per il gioco Rules of Survival, ovvero un Battle royale (tutti contro tutti) in cui fino a 120 giocatori si potevano sfidare su una mappa di 4.8km x 4.8 km.

Al di là della sportività, è incredibile scoprire che queste ricerche abbiamo vinto sulle altre, a dimostrazione dell’enorme impatto che ha l’industria videoludica in questo dato paese (e che probabilmente la percentuale di utenza che utilizza Internet è più giovane rispetto che altrove).

I bitcoin tornano con forza anche nel Regno Unito, superando la domanda “Cosa è il GDPR?”, la quale faceva ovviamente riferimento alla nuova legge sulla privacy digitale sviluppata dall’Unione Europea (anche se, curiosamente, data la Brexit queste ricerche si sono rivelate essere fini a se stesse).

In Germania non avevano tempo di preoccuparsi per giochi online o valute digitali, in quanto avevano un problema ben più concreto da affrontare: la ricerca più comune fu, infatti, “Processionaria della quercia – che fare?” in risposta a un’infestazione di questi insetti che aveva causato non pochi problemi durante il 2018.

La processionaria, o Thaumetopoea processionea, può causare dei dolori rash negli umani con cui entra in contatto e si può rivelare altrettanto pericolosa per gli animali come i cani che potrebbero inavvertitamente ingerirla.

Curiosamente, la seconda ricerca riguardava come comportarsi con le vespe, il che ci fa pensare che il 2018 non sia stato particolarmente piacevole da vivere in Germania, nella quale vigeva un clima che ricordava le piaghe di Egitto.

Queste naturalmente sono solo alcune delle ricerche che hanno ottenuto l’oro nel 2018, ma è interessante vedere come già poche parole possano rinfrescare la nostra memoria e dipingere un quadro piuttosto preciso di cosa voleva dire vivere in un dato luogo e in un dato tempo.

Ad esempio, considerato il 2020, non sarà difficile in futuro immaginare quali saranno le ricerche più comuni in tutto il mondo, a causa dell’evento globale che abbiamo vissuto.

Keine Nähere Details
Prodotto Scelto: |
Prezzo:
Torna Indietro