Siamo spiati dalla tecnologia?

Siamo spiati dalla tecnologia?

Siamo spiati dalla tecnologia? Il nostro cellulare è ormai un portale verso la nostra privacy? E le pubblicità hanno libero accesso ai nostri interessi?

Oggi parliamo di un argomento che abbiamo già toccato in passato, parlando dei rischi di Internet e affini. 

In un mondo in cui tutto sembra essere sotto gli occhi di tutti, spesso può maturare in noi il sospetto di essere spiati, il quale può degenerare in ansia e paranoia.

Oggi parliamo di come sia cambiata la nostra privacy e il suo rapporto con la tecnologia. Nella vita di tutti i giorni siamo davvero più esposti di prima? O è una nostra mera percezione?

E se così fosse, questa costante osservazione avrebbe solo dei risvolti negativi o anche positivi?

Parliamone insieme!

 

Siamo spiati dalla tecnologia e Internet?

 

Cominciamo con il rispondere proprio alla domanda fondamentale: siamo spiati dalla tecnologia? Per dare una risposta a questa domanda, è necessario definire prima di quale tecnologia stiamo parlando e cosa sia interessante spiare della nostra vita.

Cominciamo con il parlare di Internet, in quanto è una tecnologia che utilizziamo tutti i giorni e che ci espone maggiormente a un rischio di fuga di dati personali.

Sicuramente Internet ci espone a pericoli legati allo spionaggio. Abbiamo parlato dei pericoli di questa realtà in un precedente podcast (disponibile anche su YouTube), e molti di voi avranno sentito parlare del termine “Spyware”. Uno spyware (ne esistono di diversi tipi) è un particolare tipo di programma che viene installato sul computer di una vittima e trasmette i dati personali e l’attività svolta sul computer.

Uno dei peggiori incubi per chiunque usi tanto il computer, tanto che ormai è diventata una battuta comune quella di chiedere di cancellare la propria cronologia di navigazione in punto di morte.

Proprio in risposta a questi timori, nel tempo si è affermato maggiormente l’uso di funzioni quali la modalità in incognito e la VPN, anche se talvolta le loro funzioni vengono confuse (per questo ne abbiamo parlato in un altro articolo).

Esiste inoltre il phishing, e mille altri pericoli che possono esporre la tua persona a delle potenziali “spie”, per questo è necessario essere cauti nell’utilizzo di Internet.

 

In quali altri modi veniamo spiati?

 

Siamo spiati dalla tecnologia?

 

Se ci stiamo effettivamente chiedendo se siamo spiati dalla tecnologia, evidentemente c’è qualcosa che ha fatto scattare l’allarme. Parlando di altre tecnologie, le prime che ci vengono in mente sono telecamere e smartphone.

Nella prima categoria rientrano le milioni di telecamere disseminate in giro per il mondo: agli angoli delle strade, sulle macchine, dentro ai nostri telefoni, in ogni negozio e molto altro ancora.

Non è raro vedere film in cui un assassino poteva compiere un delitto in piena città, purché non ci fossero testimoni, ma oggi non c’è bisogno di alcun passante per essere scoperto.

Sebbene ci si senta quindi osservati da questo gran numero di occhi elettronici che ci scrutano, è bene ricordare due aspetti fondamentali: il primo è che i filmati ripresi da queste telecamere non vengono consultati a meno che non ci sia una vera e propria necessità, il secondo è che queste telecamere hanno un’importanza fondamentale.

Non solo quando si parla di crimini, in quanto è molto più facile capire chi è stato a commetterlo e quali siano stati i suoi spostamenti, ma anche in caso di emergenze mediche. Ad esempio, una persona in stato confusionale perché affetta da Alzheimer o a causa dell’età avanzata potrebbe allontanarsi dai propri cari e sparire in una città.

Ma grazie alle telecamere disseminate in giro per le vie, è possibile tracciare i suoi spostamenti e trovarla prima che possa ferirsi.

Come ogni strumento, anche in questo caso il valore positivo e negativo che può avere dipende dall’uso che ne viene fatto.

Se ci chiediamo veramente se siamo spiati dalla tecnologia, quello che possiamo fare è imparare a vedere che permessi chiedono determinate app che installiamo sul nostro smartphone, in quanto molto spesso viene dato loro un accesso completo alle funzioni del telefono, compresa la fotocamera anche quando non ne hanno bisogno.

Insomma: parlando di tecnologia sicuramente oggi è più facile che la propria privacy possa essere violata. I “guardoni” digitali non hanno bisogno di mettersi appostati alla finestra con un potente cannocchiale per osservare la nostra vita privata, per questo è sicuramente necessario imparare come difendersi.

 

Lo sapevi? con ticinocom risparmi

Offriamo una moltitudine di prodotti e servizi di telecomunicazione.
Andrea Presenti

Andrea Presenti

Andrea Presenti, nato nel 21/04/1992, è uno scrittore tecnico pubblicitario che lavora nel settore dal 2016, dopo aver conseguito un corso di Scrittura Creativa presso la Scuola Internazionale di Comics. Ha collaborato con aziende di tutto il mondo per la stesura di testi ed è Lead Editor di Ticinocom dal 2019.
Cosa cambia tra Full HD e 4K?
2021-08-30 11:00:00

Come è cambiata la nostra vita negli ultimi 25 anni?
2021-07-24 11:00:00

Accetteresti mai un microchip nel cervello?
2021-07-17 11:00:00

Internet è pericoloso?
2021-07-10 11:00:00

Qual è il social network più usato?
2021-07-05 11:06:18

Prodotto Scelto: |
Prezzo:
Torna Indietro